giovedì 23 aprile 2015

"Il richiamo delle onde (Stranger Town)": estratto #4



 Un piccolo estratto #4...

" «Rimani così, che sei perfetta
«Non mi conosci così bene, Gerard. Io…»
«Ridillo.»
«Cosa?»
«Il mio nome. Ha un bel suono quando lo dici.»
Mi stringo, nascondo le dita nelle maniche.
«C’è molto calore, qui,» osservo, e ho paura nell’accorgermi che “qui” è dove si trova Gerard. Ovunque e in tutti i luoghi toccati dalla sua presenza.
«Sei tu, Hannah» mi corregge lui «Qui ci sei tu.»
Mi sorride con gli occhi. Ha un viso così fiero. Non è delicato come Daniel, non ha quei lineamenti dolci e affilati che ti abbagliano di giorno e ti fanno a pezzi di notte. Al contrario, non c’è nulla di ingannevole in Gerard, nel suo sguardo diretto e audace, nei suoi gesti sicuri. Lui è così tranquillo, così affidabile che mi fa quasi paura, e non dovrebbe. Le persone affidabili sono le peggiori, sono quelle che ti rassicurano con i loro abbracci e quando ti baciano sai bene che ci sarà un domani. Sono puntuali, metodiche, lineari come un’equazione semplice. Le persone affidabili sono quelle che, quando le chiami, ci sono. Se le cerchi, rispondono. Una parola è una promessa, e così sia. E io le rifuggo. Le persone affidabili, sotto la cui ombra puoi leggere, addormentarti, innamorarti con la bella stagione. Quelle che, quando si stancano di te, ti fanno mancare la terra sotto i piedi. Quelle che non te l’aspetti, ma ti lasciano nello stesso identico modo dei cialtroni sentimentali. Ti fanno solo più male, perché non ti portano via soltanto l’amore, ma si prendono anche la fiducia nell’altro, la gioia, la speranza. Le persone affidabili sono il meglio dell’umanità, la cura più dolce e la malattia più subdola. Allora forse meglio la filosofia dell’usa-e-getta, la furia dei rapporti consumati in una notte, delle storie tormentate ma senza passato e senza futuro, che almeno ti illudono solo se sei tu a volerlo. Se sei tu a voler stare male per forza.
Quindi io non voglio fidarmi di Gerard. "

Per l'acquisto: Triskell Edizioni
 

Voglio essere sommersa dai libri: Recensione libro "Il richiamo delle onde: Stranger...



Grazie infinite al blog Voglio essere sommersa dai libri per questa bella recensione che accompagna l'uscita del romanzo! Seguite il link per leggere la recensione completa.

Voglio essere sommersa dai libri: Recensione libro "Il richiamo delle onde: Stranger...: Il personaggio di Hannah è complesso, penso che più di una lettrice si potrà rispecchiare nella sua condizione, nel suo perpetuo senso di inadeguatezza ed inferiorità rispetto al prossimo. E' bellissimo vedere l'evoluzione del suo personaggio da ragazzina in difesa alla mercé di chiunque, a donna che sa quello che vuole ma, soprattutto, che sa correre rischi.

"Il richiamo delle onde (Stranger Town)" ora disponibile

 



"Il richiamo delle onde (Stranger Town)" è disponibile da oggi!
Potete acquistare l'ebook anche su Amazon. Presso il sito di Triskell Edizioni tutte le informazioni utili per l'acquisto.


mercoledì 22 aprile 2015

"Il richiamo delle onde (Stranger Town)" da domani disponibile!


 

Titolo: Il richiamo delle onde – Stranger Town
Autore: Francesca Borrione
Editore: Triskell Edizioni
Edizione Ebook: 978-88-98426-55-3
Lunghezza: 220
Collana: Pink
Genere: M/F
Formato: pdf, epub, mobi

DISPONIBILE NEI VARI STORE ONLINE A PARTIRE DAL 23 APRILE

Sinossi
Hannah lavora come contabile in un’azienda e ha una relazione complicata con un suo collega, Daniel, che però è fidanzato con un’altra. Hannah e Daniel hanno smesso di vedersi da pochi giorni e fanno di tutto per non parlarsi, ma le cose sono destinate a cambiare quando il capo li obbliga a sbrigare una consegna urgente fuori città. Quella che doveva essere una veloce trasferta lavorativa diventa però un viaggio accidentato: sorpresi da una bufera di neve, i due riparano nel primo paese sul loro cammino, Stranger Town.
Abitata da poche, dolci persone, vivaci e disponibili, Stranger Town accoglierà i due forestieri, offrendo a entrambi il modo di riflettere su loro stessi e sulla propria relazione...

lunedì 20 aprile 2015

Angel Tany Blog: Blog Tour "Il Richiamo delle Onde - Stranger Town"...

Angel Tany Blog: Blog Tour "Il Richiamo delle Onde - Stranger Town"...

Ebbene sì, oggi ho ben due blog tour in programma e perciò sono doppiamente felice. E' con piacere che do inizio a questo fantastico blog tour di un fantastico libro di un'altrettanto fantastica autrice :P Tre volte fantastico in una sola frase, è un record per me. In cosa consiste questa prima tappa? In una bella recensione in anteprima e all'inizio del giveaway per accaparrarsi una copia digitale del romanzo...

sabato 18 aprile 2015

"Il richiamo delle onde (Stranger Town)": estratto #3

Ancora estratti da Il richiamo delle onde (Stranger Town). Prossimamente.
Potete accedere agli aggiornamenti anche tramite la pagina autore di Facebook.

«Perché ci siamo persi? E perché siamo arrivati fin qua?» Mi fermo, guardo Daniel. Siamo entrambi all’oscuro dei piani che il futuro prevede per noi.
Daniel si alza dal suo posto. Si siede accanto a me. Mi accarezza i capelli.
«Perché volevi lasciarmi?» sussurra.
Volevo. Facile usare l’imperfetto per il mio addio. Quasi si tratti di uno stato d’animo circoscritto al passato, qualcosa che io posso avere desiderato, una volta, ma che oggi non voglio più. Quasi io non possieda libertà di giudizio. Quasi non spetti a me decidere cosa tenere e cosa no nella mia vita. È Daniel a pensare per me, al posto mio, quello che dobbiamo essere insieme. È strano, pensandoci, che proprio questo tempo scandisca le nostre azioni. Per essere perfetti insieme, ci manca sempre quel qualcosa che ci rende invece irrealizzati, ordinari, così poco speciali per creare una stella tutta nostra... 
 

giovedì 16 aprile 2015

mercoledì 15 aprile 2015

Insaziabili Letture: Anteprima: "Il richiamo delle onde (Stranger Town)"...

Tempo di anteprime! Grazie a Insaziabili letture per aver segnalato l'uscita del romanzo "Il richiamo delle onde"!

Genere: Romanzo Rosa
Editore:Triskell Edizioni
Pagine: 207
Prezzo: 4,99 €
Uscita: 23 Aprile 2015

Cliccate sul link per la sinossi del romanzo e tutte le informazioni!

martedì 14 aprile 2015

"Il richiamo delle onde": estratto #2

 Prossimamente! 

"Eravamo soli, immersi tra gli alberi, due corsie asfaltate ma prive di sprazzi di luce. Troppe fronde, corpose e fitte, ricadevano sopra di noi intrecciate le une con le altre, impedendo al cielo di penetrare in alcun modo e a noi di realizzare quanto si stesse facendo tardi. Ce ne siamo accorti che era già sera inoltrata. Succede sempre così, con Daniel: ti fermi con lui un istante e subito perdi l’orientamento, la cognizione spazio-temporale, e poi, quando ti ricordi di controllare l’ora, scopri che è passato un anno.
Il cielo era diventato scuro, d’un tratto. Il tempo non sembrava essere volato così in fretta, eppure era notte.
Non saprei dire se ci siamo persi prima che iniziasse a nevicare o se sia accaduto il contrario..."


lunedì 13 aprile 2015

"Il richiamo delle onde": breve estratto



In attesa del 23 aprile, data di uscita de "Il richiamo delle onde" per Triskell Edizioni, qui di seguito un breve, brevissimo estratto...

«Non sei di queste parti, vero?» mi chiede.
Scuoto il capo, mentre mando giù un bel boccone.
«Li conosci tutti i centonove abitanti di questa città?»
«Centoundici,» mi corregge. «Non ci vuole molto, soprattutto se lavori nell’unica tavola calda dove tutti si fermano per il pranzo e nelle pause di lavoro.»
«Immagino.»
«Sei della città?»
Annuisco. La mia affermazione distratta ha però sollevato un’improvvisa curiosità in Gerard. Gli occhi gli si sono ravvivati come una finestra aperta di prima mattina.
«E com’è?» domanda con un sussulto.
«Grande,» scrollo le spalle, pensando annoiata agli intrecci di via a perdita d’occhio e all’inconsistenza delle relazioni cui tutti noi cittadini ci siamo abituati.
Gerard mi osserva, insoddisfatto e un po’ deluso dalla mia laconica risposta. Grande. Come immensa, come caotica, trafficata, come persa, come incrocio casuale di singole lune. È opportuno che io riveda il mio commento.
«Intendo che non è poi così stupenda come tutti si immaginano,» gli spiego, cercando di convincerlo del mio punto di vista. «Sì, certo, dall’esterno può creare una suggestione, sai, coi grattacieli, le strade a tre corsie, le luci e il continuo movimento di persone, da un’alba all’altra.»
“Proprio per questo”, sembra affermare l’espressione affascinata di Gerard.
«Ma non è così,» insisto. «La gente quasi non si parla, nessuno tiene a mantenere le promesse, e ogni scambio interpersonale si riduce a poche battute. È come un’effusione in ascensore, non so. Ha la profondità di un sms.»
Gerard è perplesso.
«Ma questo è un problema di relazione, scusa: cosa c’entra la città?»
«Beh, ora noi stiamo avendo una conversazione, no? Ecco, questo in città non capiterebbe: un tranquillo dialogo davanti a una tazza di caffè.»
«Cara Hannah, rischierei di ripetermi. Forse non ti interessano le persone che frequenti abitualmente. Forse non avete molto da comunicare.»
«Quindi se tu abitassi in città, allora mi piacerebbe di più abitarci.»
«Se non ho capito male, se entrambi vivessimo là, non ci conosceremmo affatto.»
Credo di essere arrossita, così abbasso lo sguardo. Non posso credere a quello che sto per dire, eppure è irrefrenabile il desiderio di manifestare quello che provo.
«Allora è una fortuna che io sia capitata da queste parti.»

Giveaway per "L'uomo che attraversò il tempo per me"! Su "È scrivere"





Sono molto contenta di offrire una copia de "L'uomo che attraversò il tempo per me" per il giveaway organizzato da "È scrivere". Il portale di narrativa e di servizi editoriali, che cura anche la pubblicazione di "È magazine",  ha raggiunto (e superato) le 100 recensioni e i 600 followers, e festeggia così questo importante traguardo.
Sono tre i libri disponibili per il giveaway! Dark Rock Chronicles di Marco Guadalupi, Freaks del nostro Creep-giurato Stefano Pastor e L’uomo che attraversò il tempo per me.

"L'uomo che attraversò il tempo per me" recensito su "È scrivere"

 

Grazie a "È scrivere" e Silver Lu per la recensione del romanzo "L'uomo che attraversò il tempo per me".

Ho letto questo libro tanto tempo fa e ancora oggi ne ho un bel ricordo. L’ho letto in due giorni, ponendomi sempre la stessa domanda: chi è Reese? E mentre cercavo di capire chi fosse in base al comportamento di chi circonda Selma, ho iniziato a fare delle ipotesi. Prima ho pensato a una persona, poi a un’altra. Ma, credetemi, arriverete alla fine senza capire chi sia e quando lo scoprirete rimarrete sbalorditi...

La recensione completa QUI

venerdì 3 aprile 2015

"Wild": recensione per Orizzonti di gloria


Jean-Marc Vallée conduce Reese Witherspoon verso una maturità espressiva e di interprete lontana dai dettami Hollywoodiani. Wild è il ritratto di una donna in cerca di sé, nonché una storia di viaggio e solitudine negli impervi e simbolici paesaggi americani.

Cheryl (Reese Witherspoon) si lamenta. La sua voce affaticata è la prima cosa che percepiamo, il primo elemento umano in Wild. Poi, una mano. Uno scarpone. La cima di una montagna. Cheryl si strappa via un’unghia. E ancora la montagna la punisce, e poi la accoglie, e la sfida, segnando con i suoi simboli naturali (il sole, la sabbie, il vento, le rocce, i serpenti) e occasionali incontri di un viaggio verso il riappropriarsi dell’identità personale e femminile.
E questa è la prima immagine che il regista di Wild, Jean-Marc Vallée, ci restituisce di Cheryl: quella di una donna sofferente ma determinata, con un paesaggio sterminato e incolto davanti a sé e un altro alle proprie spalle. Capiamo da subito che è una tosta, di quelle donne che non si fermano davanti a niente.

La recensione completa su Orizzonti di gloria.

giovedì 2 aprile 2015

"Il richiamo delle onde" in uscita il 23 aprile




La data di uscita del mio nuovo romanzo, Il richiamo delle onde, è fissata per il 23 aprile!
Qui di seguito, tutte le (belle) uscite Triskell Edizioni per il prossimo mese.

6 aprile – Scattami una foto - Giselle Ellis
13 aprile – Sette giorni – Cristina Bruni
17 aprile – You and me again – Leah Weston- gratuito
23 aprile – Il richiamo delle onde – Francesca Borrione
30 aprile – Coprimi – L. A. Witt

 

mercoledì 1 aprile 2015

"L'uomo-albero", nuovo racconto pubblicato



"Cercare di far innamorare qualcuno che non ti ricambia è come scommettere sul cavallo perdente in una corsa già conclusa e poi lamentarsi di non aver vinto. Se uno non ti ama, non ti ama, e non c’è niente da fare.
L'ho imparato sulla mia pelle dopo aver fatto del mio meglio per trasformarmi, nella speranza che l’oggetto del mio desiderio capisse quanto ero meravigliosa e che lasciarmi era un errore. Ma solo poche sono le fortunate che vengono scelte, mentre le altre rimangono in attesa, sospese o incompiute, come i fotogrammi di una pellicola interrotta. Io ho sfidato la legge del cuore, con un'ostinazione che mi è costata mesi di sacrificio, fisico e mentale, per diventare la donna ideale dell'uomo che amavo. Ne sono divenuta la copia perfetta: secca, ossigenata, abbastanza raffinata da fare tappezzeria senza incrinare il quadro d’ambiente. E poi lui ha comunque sposato un’altra, perché è così che va, e a me non è rimasto che un tuffo dal ponte"
 

Questo è l'incipit del mio nuovo racconto "L'uomo-albero", appena pubblicato sul nuovo numero di Pasqua di È magazine, il magazine di È Scrivere.
Download gratuito! Cliccare QUI.