giovedì 23 aprile 2015

"Il richiamo delle onde (Stranger Town)": estratto #4



 Un piccolo estratto #4...

" «Rimani così, che sei perfetta
«Non mi conosci così bene, Gerard. Io…»
«Ridillo.»
«Cosa?»
«Il mio nome. Ha un bel suono quando lo dici.»
Mi stringo, nascondo le dita nelle maniche.
«C’è molto calore, qui,» osservo, e ho paura nell’accorgermi che “qui” è dove si trova Gerard. Ovunque e in tutti i luoghi toccati dalla sua presenza.
«Sei tu, Hannah» mi corregge lui «Qui ci sei tu.»
Mi sorride con gli occhi. Ha un viso così fiero. Non è delicato come Daniel, non ha quei lineamenti dolci e affilati che ti abbagliano di giorno e ti fanno a pezzi di notte. Al contrario, non c’è nulla di ingannevole in Gerard, nel suo sguardo diretto e audace, nei suoi gesti sicuri. Lui è così tranquillo, così affidabile che mi fa quasi paura, e non dovrebbe. Le persone affidabili sono le peggiori, sono quelle che ti rassicurano con i loro abbracci e quando ti baciano sai bene che ci sarà un domani. Sono puntuali, metodiche, lineari come un’equazione semplice. Le persone affidabili sono quelle che, quando le chiami, ci sono. Se le cerchi, rispondono. Una parola è una promessa, e così sia. E io le rifuggo. Le persone affidabili, sotto la cui ombra puoi leggere, addormentarti, innamorarti con la bella stagione. Quelle che, quando si stancano di te, ti fanno mancare la terra sotto i piedi. Quelle che non te l’aspetti, ma ti lasciano nello stesso identico modo dei cialtroni sentimentali. Ti fanno solo più male, perché non ti portano via soltanto l’amore, ma si prendono anche la fiducia nell’altro, la gioia, la speranza. Le persone affidabili sono il meglio dell’umanità, la cura più dolce e la malattia più subdola. Allora forse meglio la filosofia dell’usa-e-getta, la furia dei rapporti consumati in una notte, delle storie tormentate ma senza passato e senza futuro, che almeno ti illudono solo se sei tu a volerlo. Se sei tu a voler stare male per forza.
Quindi io non voglio fidarmi di Gerard. "

Per l'acquisto: Triskell Edizioni
 

Nessun commento:

Posta un commento