venerdì 12 giugno 2015

"The Skeleton Twins": la recensione per Orizzonti di gloria

Bill Hader e Kristen Wiig, amate star del Saturday Night Live, abbandonano il registro comico in questo bel film premiato al Sundance. Due gemelli si ritrovano dopo dieci anni, riscoprono il passato familiare e svelano la propria identità, compiendo importanti scelte di vita.

The Skeleton Twins racconta una storia un po’ scontata, forse, ma tutt’altro che banale, esplorando con delicatezza come e perché le reti familiari e affettive ci influenzano, determinano, cambiano, mentre noi ne subiamo gli effetti. Come in ogni dramma familiare che si rispetti, non mancano i flashback: raccontati e mostrati, i frammenti del passato di Milo e Maggie emergono attraverso forti monologhi e delicate immagini della sofferenza e dell’amore salvifico che da sempre, per sempre, lega i fratelli uniti dalla condivisione di esperienze ed eventi. E proprio qui, in questa dinamica narrativa, intervengono efficaci scelte di sceneggiatura che aggirano la retorica dell’abbraccio o del lieto fine e, al contrario, mettono i personaggi di fronte alle proprie scelte, a una nuova consapevolezza, a una fine che è un ricongiungimento nel grembo emozionale.

La recensione completa su Orizzonti di gloria.

Nessun commento:

Posta un commento